La vita restituita

La scelta di essere nella Fraternità
con una speciale consacrazione a Dio
può assumere forme
diverse per ognuno,
attraverso l’impegno dei consigli evangelici.
Quanti si sentono chiamati
alla vita consacrata,
dopo un tempo di discernimento,
vivono in fraternità,
distinti in due specifiche famiglie,
maschile e femminile.
La loro preparazione
dura almeno sei anni,
durante i quali essi si dedicano allo studio
della Sacra Scrittura e della teologia;
vivono del loro lavoro
svolto all'Arsenale o fuori.
Tutti cercano l’umile santità dell’amore.
Tutti cercano l’obbedienza
per imparare a vivere
secondo la logica di Dio.
In casi particolari,
secondo il mandato dei responsabili,
alcuni possono vivere la loro consacrazione
in famiglia.
All'interno della Fraternità maschile
quanti sono chiamati al sacerdozio,
dopo i previsti studi teologici,
chiedono di essere ordinati
a servizio della Fraternità
e del suo specifico carisma.
La Fraternità è il luogo
dove il sì è detto per sempre,
e il sì vero si fa possibile
per la presenza del Signore.

«Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome, riceverà cento volte tanto e avrà in eredità la vita eterna» (Mt 19,29).

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok