Maria Madre dei Giovani

MARIA MADRE DEI GIOVANI è stata una sorpresa dello Spirito, una carezza di Dio. Benedetto XVI ha fatto sua la preghiera a lei dedicata che ho scritto, già firmata da Giovanni Paolo II. Allora gli ho chiesto un dono: che un volto di Maria potesse chiamarsi “Madre dei giovani”.
Il Santo Padre ha benedetto questa ispirazione. 
Anche Papa Francesco ha unito la sua firma a quella dei suoi due predecessori.
Ho pensato ad un’icona che arrivasse dalla Russia ortodossa, come segno di amicizia e di unità. 
Massimo D’Alema, un amico con cui ho anche un rapporto spirituale, ha fatto il resto. Il 29 giugno 2010, festa di San Pietro e Paolo, nella sua casa a Roma Massimo ha messo tra le mie mani un’icona dal volto dolcissimo, un volto da Maria Madre dei giovani. 
La Madonna ha il Bambino in braccio ed ha il dono originale di possedere tre mani. 
Quella terza mano per noi è un segno di speranza: ci vogliono più di due mani per avvolgere i giovani e la gente stanca, smarrita di oggi.

2 agosto: Festa di Maria Madre dei Giovani

La Madre dei Giovani dall’estate del 2012 avrà ogni anno una data a lei dedicata: il 2 agosto. Una data scelta perché particolarmente significativa per il Sermig: il 2 agosto 1983, infatti, Ernesto Olivero ed alcuni amici varcarono per la prima volta la soglia dell’ex Arsenale militare di Torino, poi trasformato in Arsenale della Pace.

È stato mons. Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, ad istituire per la nostra diocesi questa ricorrenza. Mons. Nosiglia ha altresì auspicato che la nuova chiesa dell’Arsenale della Pace dedicata a Maria Madre dei Giovani diventi santuario mariano.

La venerazione per Maria Madre dei Giovani ha avuto anche l’approvazione del card. Odilo Scherer per la diocesi di San Paolo in Brasile, dove si trova l’Arsenale della Speranza, e di mons. Maroun Lahham, vescovo di Madaba in Giordania, dove si trova l’Arsenale dell’Incontro.


Lettera di mons. Cesare Nosiglia
Lettera del card. Odilo Scherer (traduzione)
Lettera di mons. Maroun Lahham

Preghiera Maria Madre dei Giovani in Portoghese
Preghiera Maria Madre dei Giovani in Inglese
Preghiera Maria Madre dei Giovani in Francese
Preghiera Maria Madre dei Giovani in Spagnolo
Preghiera Maria Madre dei Giovani in Russo


La Lituania é uno dei tanti paesi da cui siamo rimasti separati dalla cortina di ferro. É il paese della collina delle croci, della Porta dell’Aurora di Vilnius, dove da più di quattro secoli è venerata la miracolosa immagine della “Madre della Misericordia”.
Tra le mura dell’antica Hospedaria dos Imigrantes di San Paolo, dove da 18 anni ha sede l’Arsenale della Speranza, sono passati decine di migliaia di lituani che dopo lo “sbarco” ed il periodo di quarantena andavano anch’essi a lavorare nelle fazendas de café oppure a dissodare le terre di altri stati, come Rio de Janeiro o Paraná.
Oggi la popolazione brasiliana di origine lituana é di oltre un milione e la città di San Paolo é la seconda maggior colonia lituana nel mondo, dopo quella di Chigago, negli Stati Uniti.
Poche settimane fa, all’Arsenale della Speranza, abbiamo conosciuto la signora Lúcia Maria Jodelis Butrimavicius che come lavoro fa la traduttrice giurata dal portoghese al lituano. Di religione cattolica e residente nel tradizionale quartiere lituano della Villa Zelina, Lúcia si é offerta per tradurre in lituano la preghiera a Maria Madre dei Giovani. Detto, fatto. Vi regaliamo la versione di Maria Madre dei Giovani in quest’antica lingua baltica.

Preghiera Maria Madre dei Giovani in Lituano
Marija,
jaunuoliuose gimsta ateitis.
Jaunuoliai gali surinkti iš praeities ir atnešti
į dabartį visą tai kas yra gero praeityje.
Jaunuoliuose yra šventumo,
kūrybingumo ir drasos sėklos.
MARIJA, JAUNUOLIŲ MOTINA,
apgaubk jaunuolius su savo apsiaustu,
apgynk ir apsaugok juos nuo blogio,
pavesk juos savo Sūnui Jėzui,
siųsk juos kaip vilties pasiuntinius
visam pasauliui.

 

 

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok