Sabato 22 febbraio

Una riflessione che parte dal cuore dell'Arsenale della Pace - monastero dentro la città - indirizzata da Ernesto Olivero, fondatore del Sermig, al cuore di quanti si ispirano alla spiritualità della Fraternità della Speranza. Per cercare di vivere la Presenza di Dio negli avvenimenti che ogni giorno ci vengono incontro, sempre in una chiave di speranza.

Lo stile è quello di una famiglia, che desidera aprirsi anche a chi si collega al sito. Come accade quando la famiglia si riunisce, le questioni sono affrontate con un linguaggio semplice, affettuoso; a volte traspare sofferenza, a volte gioia, a volte ironia, ma sempre per guardare in alto.


Frase da meditare nella giornata: La gioia della restituzione

Regola del giorno


Parola e presenza di Dio

Come la pioggia e la neve
che scendono dal cielo
non vi ritornano
senza aver fecondato la terra, così la Parola
feconda la nostra vita quotidiana.
È attraverso la Parola
che il Padre rinnova con noi la creazione.
È attraverso la Parola che Gesù vive in noi.
È attraverso la Parola che lo Spirito ci parla.
La Parola ci immerge in una Presenza,
la presenza di Dio Padre, Figlio
e Spirito Santo.
La presenza di Dio è la verità che ci avvolge.
Qualunque cosa facciamo,
in tutte le stagioni della nostra vita,
Dio è dentro di noi e opera con noi.
Chi è alla presenza di Dio sa inginocchiarsi
per riprendersi la purezza.
Chi prega molto ama la povertà.
Chi ha fatto di Dio la sua logica
conosce, amandoLo, il valore dell’obbedienza.

«Come infatti la pioggia e la neve scendono dal cielo e non vi ritornano senza avere irrigato la terra, senza averla fecondata e fatta germogliare, perché dia il seme a chi semina e il pane a chi mangia, così sarà della mia parola uscita dalla mia bocca: non ritornerà a me senza effetto, senza aver operato ciò che desidero e senza aver compiuto ciò per cui l’ho mandata» (Is 55,10-11).






Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok