BRASILE - AECOFABA

Pubblicato il 30-04-2021

 

UNA NUOVA STORIA

Una straordinaria esperienza nel campo dell’educazione e dello sviluppo, offre opportunità di vita sulla propria terra ai piccoli coltivatori nel duro territorio del sertão nordestino.

Artefici di una loro storia, nuova rispetto al destino di migranti verso le favelas.

Progetto attivo dal 1989, e a continuare

AECOFABA è l’Associazione delle “Scuole-Famiglia Agricole” (EFA – Escola Familia Agricola) della Bahia avviate negli anni ,70 in Brasile da un formidabile missionario, il padre Aldo Lucchetta. L’esperienza delle EFAs è la prova che, da un forte impegno, radicato nella comunità e nei valori spirituali e umani più profondi, nascono prospettive reali di promozione umana e sviluppo. Diffuse via via su un vasto territorio, ciascuna servendo comunità rurali sparse in un raggio di decine di chilometri, sono state e sono una risposta estremamente efficace alla sfida di siccità e latifondo – tanta terra senza gente, tanta gente senza terra - in un territorio dal quale da secoli si è fuggiti per il nulla delle favelas: l’80% degli allievi ha scelto di restare, capace finalmente di convivere con un territorio aspro, e metterne a frutto le risorse, grazie a conoscenze tecniche dalle più semplici alle più innovative. Ma anche perché motivati e consapevoli, uniti nella partecipazione alla vita della loro gente.

LEGATI ALLA PROPRIA TERRA

Una EFA è un nuovo inizio. Organizzata su richiesta dei piccoli agricoltori di una zona e con la loro partecipazione, il metodo prevede l’alternanza, per periodi di quindici giorni, di presenza intensiva nella scuola, e permanenza in famiglia. Si anima così la cosa più importante: il legame dell’alunno col proprio ambiente di origine. Ragazzi e ragazze portano nella loro comunità le ‘novità’ apprese, e di fronte alla resistenza della tradizione, le mettono in pratica coinvolgendo la loro gente, con l’aiuto degli insegnanti: un interscambio continuo tra giovani e insegnanti, scuola e famiglia, giovani e comunità. 25 delle 100 scuole EFAs del Brasile sono nella Bahia; inizialmente come scuole medie primarie, molte oggi si sono evolute in scuole secondarie; sempre un percorso di studi e di pratica impegnativo, dove gli studenti stessi partecipano al sostentamento delle scuole.

2mila gli alunni, ciascuno in rappresentanza di una comunità di piccoli coltivatori, con un centinaio di volonterosi insegnanti, parte dei quali vive nelle scuole; 15mila gli ex-alunni, che animano cooperative e associazioni locali.

 

IL SOGNO DIVENTA METODO

La didattica delle EFAs si basa non solo su apprendere nozioni e promuovere innovazioni adatte allo scenario aspro del sertão nordestino – una breve e irregolare stagione delle piogge e poi siccità - ma sul crescere in una dialettica di azione e riflessione, a partire dalle esperienze quotidiane: metterle a fuoco, comprenderle a fondo, per valutare assieme come intervenire. Valorizzando responsabilità individuale, libertà, partecipazione e cooperazione rivolte al bene comune, valori morali e religiosi: una educazione integrale al servizio dell’uomo, metodo e idee che rompono una scorza di rassegnazione e inerzia. Diviene possibile il lavoro comunitario unendo i piccoli in iniziative assieme; si rinsalda l’amore per la terra, per il bene che può dare, la necessità di preservarla. Gli alunni diventano “agenti di cambiamento”.