Sermig

Immagini: Dom Luciano Mendes de Almeida

Foto Archivio Sermig

 15 gennaio 1988, il primo incontro con Dom Luciano Mendes de Almeida, di ritorno dal Libano, all'Arsenale della Pace di Torino, per illustrargli finalità e metodologia della Cooperativa Internazionale dello Sviluppo (CIS).
 16 maggio 1989, il filosofo Norberto Bobbio consegna a Dom Luciano il premio "Artigiano della Pace" assegnato dal Sermig alla Conferenza Episcopale Brasiliana "per la quotidiana ed appassionata opera in favore della giustizia e della pace sociale".
 20 ottobre 1991, a Salvador de Bahia, in occasione della visita di Giovanni Paolo II in Brasile.
 12 dicembre 1995, lo storico incontro di consegna al Sermig dell'Arsenale della Speranza a San Paolo del Brasile, alla presenza di Dom Luciano, Dona Marta Godinho (allora Ministro agli Affari sociali dello Stato di San Paolo) Ernesto Olivero e Vasco Monteiro (membro del Sermig in Brasile).
 5 ottobre 2002, Dom Luciano saluta i 100.000 giovani presenti
al 1° Appuntamento Mondiale Giovani
della Pace a Torino.
 13 febbraio 2003, Ernesto accompagnato da Dom Luciano e da una rappresentanza dei Giovani della Pace, incontra il Presidente Lula e sua moglie, a Brasilia.
Gli presenta il documento "Ridisegnamo il mondo partendo dai giovani e dalla pace" che il Presidente sottoscrive.
 17 maggio 2005, il Parlamento federale di Brasilia conferisce a Dom Luciano un "Homenagem" (riconoscimento) per la sua opera a favore dei più poveri.
 11 marzo 2006, in occasione della celebrazione dei 10 anni di vita dell'Arsenale della Speranza, a San Paolo del Brasile.
 200 lavoratori del "Movimento Senza Terra" hanno partecipato al Homenagem di Brasilia, portando questo striscione:
"Ciao Dom Luciano, Vescovo dei poveri".

Dom Luciano esprimeva il proprio senso dell’umorismo anche attraverso simpatiche caricature. Disegnava pure in occasione di riunioni importanti, mentre ascoltava gli altri. A fianco, uno dei modi con cui si firmava per gli amici.