Sermig

I ragazzi di Costa Volpino

di Chiara Vitali - La buona volontà è al centro di un progetto che da qualche mese coinvolge i ragazzi di Costa Volpino, in provincia di Bergamo. Con la voglia di essere protagonisti di una buona notizia, i giovani del paese si sono organizzati: hanno innanzitutto deciso di voler agire concretamente per il proprio territorio, impegnandosi a conciliare nuove iniziative di solidarietà con lo studio o con il lavoro.

È nato quindi un vero e proprio gruppo in cui ogni giovane è impegnato in base ai propri talenti: un’attenta divisione dei ruoli permette certamente di svolgere le attività in modo più funzionale. Attività che, in parte, hanno già preso corpo: ad esempio, i ragazzi nelle scorse settimane hanno prodotto più di 16 kg di biscotti da donare al banco alimentare locale e hanno partecipato a pomeriggi di smistamento di materiale destinato ai più poveri. Le idee per il futuro sono grandi: in particolare, si punta alla creazione di un centro di raccolta di materiale umanitario, alla diffusione di attività di integrazione tra le diverse nazionalità presenti sul territorio e al mantenimento in vita degli oratori del paese.

Proprio la realtà dell’oratorio ha uno stretto legame con il neo-gruppo in questione: i ragazzi di Costa Volpino vogliono restituire concretamente il “Bene” che proprio là hanno ricevuto. «Vogliamo che le nostre azioni diventino una sorta di cerchio che si espande sempre di più, portando con sé un concreto messaggio di speranza e di pace»: le sfide da affrontare per testimoniare il bene saranno tante e impegnative. Ma il cammino è iniziato. E i giovani, insegna l’Arsenale della Pace, hanno tutte le potenzialità per trasformare i sogni in realtà.

Chiara Vitali
PUNTI DI PACE
Rubrica di NUOVO PROGETTO