Parker Millsap - Singing to me

Pubblicato il 01-06-2021

di Gianni Giletti

No, non ce la faccio a catalogarlo.
Mi spiace, presunti lettori, ma non riconosco stile e/o genere. Parker mi sorprende sempre, devo dire, non è la prima volta. 
Già dal primo incontro – disco omonimo, Old Time Religion il brano – mi aveva dislocato lungo la sua personalissima idea musicale. E mi ero trovato a inseguire, perché non capivo un accidente di dove stava andando.
Non l’ho capito neanche stavolta. 
Brano che gira gira e non si ferma mai, senza centro né forma, ma ti arriva addosso come un treno merci, travolgendoti.
L’ho ascoltato almeno dieci volte per timore di essermi sbagliato, di non aver visto il trucco che diabolicamente Parker usa… Niente, non c’è. Oppure non l’ho trovato.
Non c’è trucco, non c’è inganno, solo grande grande musica.
Storto, ma tanto. Però… wonderful.

Clicca sull'immagine per ascoltare il brano

Il brano di per sé non è tra i più famosi, ma in questo disco non ce n’e uno debole per cui, anche qui si gusta davvero il rock d’annata.

Grandi.

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok