Sermig

Appuntamenti

I bambini della notte
Data:
Martedì, 22 Dicembre 2015
Orari:
dalle 18:45 alle 20:15
Luogo:
SERMIG - Arsenale della Pace
Indirizzo:
Piazza Borgo Dora 61 - Torino

locandina evento

Martedì 22 dicembre 2015 - ore 18.45
SERMIG - Arsenale della Pace - Piazza Borgo Dora, 61 - Torino

Presentazione del libro

I BAMBINI DELLA NOTTE
Lacor una storia vera di guerra e di speranza nell’Africa equatoriale
del Nord Uganda che entra come un vento forte nel clima natalizio

di Mariapia Bonanate e Francesco Bevilacqua


Interverranno con Mariapia Bonanate - Autrice

Dominique Corti - Presidente Fondazione Corti Onlus
Prisca Ojok Auma - Associazione Marlawoti Onlus

Coordinerà:
Chiara Genisio - Giornalista

edizione ilsaggiatore.com

info:
Fondazione Corti: 02 49524070 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


I BAMBINI DELLA NOTTE

Lacor. Una storia vera di guerra e di speranza nell’Africa equatoriale

I bambini della notte
  (Il Saggiatore) è il titolo del nuovo libro scritto dalla giornalista Mariapia Bonanate insieme a uno dei diretti protagonisti, il manager Francesco Bevilacqua.

Il libro, che verrà presentato al pubblico torinese martedì 22 dicembre alle ore 18.45 negli spazi dell’Arsenale della Pace, racconta la sorprendente avventura di un manager, Francesco, che, in un momento di profondi cambiamenti della sua vita, mentre è alla ricerca di valori essenziali , spinto da un impulso del cuore, parte per il nord Uganda per visitare il Lacor Hospital. Una cittadella dell’amore e della speranza  dove,  durante   gli anni difficili di una spietata guerra civile, ottomila, a volte diecimila, dodici mila  bambini ogni giorno, al tramonto, si sono rifugiati   per trascorrere la notte al sicuro. Sono i night commuters, i bambini della notte, fuggiti dai loro villaggi per non essere rapiti dai guerriglieri di Kony e obbligati a diventare “bambini soldato”.

Al Lacor, Francesco conosce l’eccezionale storia dei due medici Piero e Lucille Corti, lei chirurgo canadese , lui  pediatra brianzolo, che hanno trasformato un piccolo ambulatorio della savana  con pochi letti in un ospedale di eccellenza, unico nell’area sub sahariana, che ha salvato, e continua a salvare, milioni di persone. E che è diventato il motore economico di tutta  la regione di Gulu.

Accompagnato da un personaggio che è diventato leggenda, il missionario comboniano Elio Croce, il manager italiano visita i campi profughi e incontra altri indimenticabili ‘eroi sconosciuti. Sullo sfondo di questa vicenda, ricca di avventure e di sorprese, l’epopea drammatica di  un popolo, vittima di una guerra civile spietata, durata trent’anni, di cui pochi nel mondo sanno. Vite spezzate, senza voce, che riemergono dalle pagine del libro a chiedere di essere ascoltate.

Alla presentazione, coordinata dalla giornalista Chiara Genisio, interverranno l’autrice Mariapia Bonanate assieme a Dominique Corti, presidente della Fondazione Corti e a Prisca Ojok Auma, dell’Associazione Mar Awoti.

L’incontro è ad ingresso libero.