Sermig

Progetto "Ricostruire la società" Cambogia

 Promuovere l’istruzione delle ragazze per rompere la miseria

Paesi: Cambogia
Partner: Suore di Maria Ausiliatrice
Località: Ramchek e Phnom Phen
Periodo: 2003 - 2004

Contesto: 30 anni di guerra alle spalle, massacri, fughe, mine. La gente ha perso fiducia negli altri e in sé stessa. Un terzo dei bambini della regione è del tutto analfabeta e questo li rende particolarmente vulnerabili, sovente vittime di traffici, sfruttamento, prostituzione (la provincia è a due ore dal confine thailandese) e di violenza domestica.

Anche nella capitale, molti dei giovani e particolarmente delle giovani, sono esclusi dall’educazione e dalle possibilità di lavoro che il rapido sviluppo del Paese offre, per chi ha qualche qualifica. Finiscono così nella disoccupazione, nel lavoro minorile e nella prostituzione, vittime poi dell’AIDS. La presenza è nata proprio nel quartiere ‘a luci rosse’ della città, in cui le suore cercano di mostrare alle ragazze che vi possono essere alternative alla prostituzione. Non si fanno distinzioni di origine e fede religiosa; qui come negli altri progetti in Cambogia la maggioranza dei beneficiari è di fede Buddista.

 

Finalità: Ricostruire attorno a valori spirituali e umani una società devastata dalla guerra, dando particolare attenzione ai suoi ambiti più vulnerabili: bambini e ragazze. Insegnare ad amare la vita e il suo valore. Produrre il necessario per vivere con dignità e rispetto di sé, migliorando la qualità della vita nei villaggi.

 

Realizzazioni:
- apertura di due centri scolastici e professionali per ragazze e giovani donne. Si studiano per due anni attività amministrativa, contabilità, uso del computer, inglese e altre materie assieme a cucina e cura della casa, e valori etici e umani. Il 90% delle giovani che hanno terminato la scuola ha trovato un buon lavoro, sia come dipendenti, sia avviando piccole imprese. Alcune sono rientrate nel mondo lavorativo come insegnanti.

- accoglienza di circa 75 studentesse di tutto il Paese

- due accoglienze diurne per bambini di famiglie povere per prepararli ad inserirsi nella scuola

Erogazioni: Euro 17.800

Beneficiari: 260 ragazze studentesse; 300 bambini in età prescolare (4-6 anni) figli di lavoratori poveri dei quartieri circostanti. Attività di educazione informale e ricreative anche fuori dai centri.