Sermig

Fame di Dio

di Ernesto Olivero - Credibilità e fedeltà per dare speranza.
Nelle ultime settimane, ho viaggiato molto, ho fatto molti incontri dal Sud al Nord, ho incontrato molta gente ma pochi giovani. I giovani non li ho trovati nelle chiese dove ero stato invitato, li ho trovati nelle scuole, in contesti in cui però non è così facile comunicare. Sono segni dei tempi su cui c’è da interrogarsi.

Ho avuto l’ennesima conferma di una certezza che già mi segue da tanto tempo: la gente ha fame di Dio ma non è disposta a sentirne parlare come di una teoria, vuole incontrare qualcuno che ne fa esperienza. Appena inizi a parlare vedi che le persone cominciano a studiare chi hanno davanti, a porsi la domanda: è una persona vera o sta recitando? Dice qualcosa che vive in prima persona o sta raccontando cose imparate? Ci crede veramente o sta mascherando le sue frustrazioni?
Quando le persone capiscono chi hanno davanti, iniziano a cambiare atteggiamento e a porsi qualche domanda sul senso della vita.



Questa comunicazione però è personale, ognuno di noi è testimone oculare di qualcosa che ha vissuto sulla sua pelle. Penso che Gesù oggi chiami ognuno di noi come ha chiamato gli apostoli, i suoi amici, per poi mandarci alla gente affamata e assetata del nostro tempo.
Con lui possiamo davvero cambiare: il carattere; il rapporto con noi stessi, con le persone, con i beni materiali; possiamo diventare capaci di ubbidire anche se siamo indipendenti, possiamo diventare generosi anche se siamo egoisti, coraggiosi anche se insicuri…

Solo lo stare con lui può renderci credibili nel rispondere alla fame di Dio della gente. Rovesciare lo sguardo da me a Dio è anche la chiave di una vita nuova perché se siamo consapevoli che senza di lui non possiamo nulla, non ci monteremo mai la testa e saremo semplicemente testimoni oculari di meraviglie che nemmeno immaginiamo.
È di questo che ha bisogno la gente! È da qui che passa la credibilità della Chiesa. Se ognuno di noi, nel proprio piccolo, tornerà veramente a Dio con tutto il cuore, la mente, le forze, anche il mondo tornerà nuovamente a lui.

Ernesto Olivero
EDITORIALE
NUOVO PROGETTO - Giugno / Luglio