Sermig

Se avessi il potere

di Andrea GO - Un po’ per scherzo, un po’ per davvero, mi è capitato tante volte di iniziare una frase dicendo: se avessi il potere... Ed ecco la lista delle prime cose che farei se avessi il potere, (iniziate pure a ringraziare il cielo che non ce l’ho).

Istruzione: darei a Piero Angela autorità su tutte le televisioni del mondo, obbligando tutto il pianeta a vedere solo cose belle e intelligenti. Obbligherei a capire cosa si vuole fare da grandi.
Dato che il lavoro dovrebbe essere una vocazione, istituirei l’ora di vocazione, nonché svariate ore di educazione civica al posto di matematica. Proibirei quindi per legge di fare un lavoro che non piace!
Media: Vieterei i social ai minori di 40 anni e gli smartphone ai minori di 20. La prima chat sarebbe gratis, dalla seconda in poi tassa di 200 euro.
Lavoro: solo tre giorni a settimana. Il datore di lavoro non pagherebbe tasse sulle nuove assunzioni, ma si impegnerebbe ad assumere tre persone al posto di una. Un giorno a settimana sarebbe dedicato al prossimo.
Società: renderei l’anno di servizio civile obbligatorio; proibirei produzione e vendita di armi e di bombardare a casaccio; addio a sigarette e gioco d’azzardo statale... le cose che fanno male in un mondo che si rispetti si comprano dallo spacciatore.
Tasse: istituzione di un tassa unica tracciabile in base al reddito.
Multe: 10.000 euro a chi non raccoglie la pupù del cane, butta carta o sputa per terra.
Scritte sui muri: 10.000 euro di multa e obbligo di ripulirle una ad una.
Circolazione: obbligo di usare solo più biciclette e mezzi pubblici (salvo casi particolari).
Stipendi: non meno di 1.500, né più di 2.500 euro al mese; quello che si guadagna in più finirà automaticamente in una cassa comune atta a dare lavoro, curare, costruire, istruire, inventare.

Obbligo alla gentilezza. Obbligo di amare il Paese dove ci si trova. Per finire, niente più compiti a casa. Vietato giudicare il prossimo se non dopo un’ampia autocritica. Sfugge niente? Ah, ecco: abolizione dei rapper che hanno avuto un’infanzia difficile e adesso hanno successo. Tutto ciò con effetto immediato!

Mio nonno me lo diceva sempre: «Se un cuore non si nutre con amore è destinato a diventare un dittatore». Non votatemi per favore.

Andrea GO
ORZATA CON LATTE
Rubrica di NUOVO PROGETTO