Sermig

Dalla nostra parte

di Lucia Sali - Sarà un 2018 all’insegna di misure concrete a favore dei consumatori quello che si apre per i cittadini italiani ed europei. Lungo tutto l’arco dei prossimi 12 mesi, infatti, entrerà in vigore una lunga serie di regole Ue che aumentano diritti e tutele in ambiti diversi, dai pacchetti-vacanza a internet, da investimenti e assicurazioni a salute e ambiente. Con un impatto reale sulla vita di tutti i giorni. Ecco il calendario dell’Europa delle buone notizie.

Gennaio. Giusto in tempo per le vacanze d’inizio anno, scatta la direttiva Ue sui pacchetti-viaggi: sarà possibile cancellare la prenotazione così come trasferirla a un’altra persona, l’operatore turistico sarà responsabile della buona riuscita del soggiorno ma potrà annullarlo in caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti.
Sempre a Capodanno, si rafforza la protezione per chi acquista prodotti d’investimento, per evitare raggiri nei confronti dei piccoli risparmiatori: obbligo di spiegare in cosa consistono in un linguaggio semplice in massimo 3 pagine, adeguamento al profilo di chi li acquista, allerta quando si tratta di prodotti a rischio, e segnalazione di eventuali conflitti d’interesse di chi li vende con commissioni che vanno a terzi.
Il 13 gennaio vedrà inoltre la fine di costi supplementari ingiustificati per chi paga con le carte bancarie. Ryanair o Easyjet, per esempio, non potranno più chiedere un sovrapprezzo al momento della scelta del metodo di pagamento, e nemmeno il negozio all’angolo potrà aggiungere 50 centesimi se si paga con il bancomat. Restano però fuori American Express e PayPal. E in caso di furto della carta di credito le banche non potranno addebitare più di 50 euro.

Aprile. Da inizio mese si potrà accedere come a casa al proprio abbonamento Netflix o Spotify, e in generale ai servizi video, tv, sport, musica, giochi ed e-book, anche quando si viaggia all’estero, sulla scia della fine dei sovracosti del roaming in vigore dal 15 giugno 2017.
Dall’11, poi, biscotti, patatine fritte e caffé saranno più salutari, perché conterranno una quantità ridotta di acrilammide. Si tratta infatti di una sostanza cancerogena che si origina durante la frittura, la tostatura e la cottura al forno di cereali e patate.

Maggio. Dal 25 entrerà in vigore il giro di vite sulla tutela dei dati personali, con il nuovo regolamento sulla privacy che consentirà un maggior controllo e una gestione più diretta da parte di ognuno delle sue informazioni private.

Giugno. Dal 7 disinfettanti, detergenti, detersivi e pesticidi saranno meno tossici per l’organismo umano. Scatterà infatti il divieto di utilizzo dei cosiddetti “perturbatori endocrini”, sostanze cancerogene che alterano il sistema ormonale e spesso presenti nei prodotti biocidi.

Settembre. Con la fine dell’estate, fine anche dei ‘falsi’ test che hanno portato allo scandalo del “Dieselgate”. Da allora in poi tutte le nuove auto saranno sottoposte a test in condizioni reali di guida per misurare le emissioni nocive (NOx).
Novità anche sul fronte dei consumi energetici: le lampadine alogene più datate e meno performanti usciranno dal mercato, mentre le nuove stufette e scaldabagni dovranno rispettare standard più rigorosi sul fronte dei consumi e delle emissioni NOx, le stesse prodotte dai diesel e dannose per la salute.

Ottobre. Dall’autunno, sulla falsariga delle regole per i prodotti d’investimento, ci sarà l’obbligo di polizze assicurative chiare, con un documento sintetico e in linguaggio semplice sul prodotto venduto.

Dicembre. Dal prossimo Natale sarà più facile fare i regali, perché si apriranno tutte le porte dei 28 Paesi Ue agli acquisti online: finite le limitazioni dovute alla residenza, dagli accessori ai pacchetti vacanze sino ai biglietti per i concerti e ai tablet in offerta. Esclusi, però, prodotti e servizi audiovisivi coperti da copyright, come film, musica o tv.

Lucia Sali
EUROLANDIA
Rubrica di NUOVO PROGETTO