Sermig

Venerdì nero

di Stefano Ravizza - Black Friday, letteralmente Venerdì Nero, negli Stati Uniti è il giorno che dà il via agli acquisti natalizi. Il nome sembrerebbe fare riferimento alle annotazioni sui libri contabili dei commercianti che tradizionalmente passavano dal colore rosso (perdite) al colore nero (guadagni). Ma non finisce qui, ancora poco conosciuto da noi, il Cyber Monday, ossia il “lunedì cibernetico”, è il primo lunedì successivo al Black Friday e negli Stati Uniti è dedicato agli sconti sui negozi online.

Questa giornata di sconti fu pensata per i consumatori che non hanno potuto utilizzare il Black Friday per usufruire delle promozioni.

Sicuramente Amazon è stato il più grosso tramite di questa ricorrenza in Italia, anche se quest’anno i negozi “fisici” si sono allineati. Se vi recate di persona non posso aiutarvi, ma se volete comprare online dovete sapere che esistono dei servizi che ci permettono di controllare se le offerte sono vere o sono specchietti per le allodole.

Ad esempio Camel Camel Camel, un sito che tiene traccia delle variazioni nei prezzi per i prodotti venduti nello store. È come leggere la storia di ogni prodotto, per capire se lo sconto è proprio un affare da non perdere, evitando i rischi dell’acquisto compulsivo.

Oppure Keepa, altra piattaforma che traccia un grafico con l’andamento dei prezzi nel tempo. Chi si registra ha la possibilità di ricevere una notifica a ogni variazione di prezzo. Sul sito si possono anche trovare alcune delle migliori offerte del momento. Insomma offerte sì, ma non facciamoci raggirare.

Stefano Ravizza
CYBERNOLOGY
Rubrica di NUOVO PROGETTO