Oltre la crisi: Gigi Buffon, Paolo Viberti, Ernesto Olivero

Gigi Buffon ospite di Ernesto Olivero alla presentazione
del libro “oltre la crisi” di Paolo Viberti sul Sermig
con prefazione dello stesso campione azzurro.
 

OLTRE LA CRISI
Ernesto Olivero e il Sermig

Paolo Viberti
Ed. Priuli & Verlucca

Prefazione di Gigi Buffon 

C'è una tragedia all'orizzonte, è il radicalismo, che fa versare tanto sangue nel mondo. Io spero che le differenze diventino opportunità e che anche questo libro possa servire a indicare una via...
Ernesto olivero

clicca qui per comprare


 

TUTTO SPORT - lunedì 19 dicembre 2016 - ANTONINO MILONE - TORINO

VIBERTI E IL SERMIG "0ltre la crisi" la prefazione del capitano

Gigi Buffon al Sermig (Servizio missionario giovani) non è presenza rara. Il capitano della Juventus, all'Arsenale della Pace - già Arsenale militare in Borgo Dora a Torino - si reca appena può, anche solo per dare un saluto a Ernesto Olivero, fondatore del gruppo nato 52 anni fa, «cui sono legato - dice il portiere - da un’amicizia che dura da una dozzina d’anni». E nelle occasioni speciali non manca mai: ieri, infatti, si presentava un volume speciale. Scritto da Paolo Viberti, storica colonna e firma di spessore di Tuttosport, con la prefazione di Buffon, «Oltre la crisi: Ernesto Olivero e il Sermig» (223 pagine, 16.50 euro, Priuli e Verlucca Editori) racconta delle iniziative del Sermig finalizzate (anche) alla pratica della solidarietà per i più poveri. Tutti i proventi della vendita del libro saranno devoluti al gruppo il cui scopo di vita si riassume nel messaggio - “La bontà è disarmante” - che campeggia su un muro all’interno del cortile dell’Arsenale dove sono indicati i nomi dei Paesi in cui il Sermig ha lasciato un segno. «Entri qui e ti dimentichi ciò che c’è fuori, ti senti più predisposto al dialogo e alla condivisione con gli altri.
E questo è gratificante, la vita non va sprecata»
: parola di Gigi, un uomo speciale.


LA STAMPA - lunedì 19 dicembre 2016
GIANLUCA ODDENINO- TORINO



«Altro che smettere: vado avanti fino a 65 anni», se la ride Gigi Buffon nel suo luogo del cuore. Scherza, ma non troppo, il capitano della Juve e della Nazionale al Serming di Tori­no. Perché noh c'è posto miglio­re dove programmare il pro­prio futuro, e non solo quello imminente con la finale di Su­percoppa che coinciderà con la sua 600 prèsenza bianconera (davanti ha solo Del Piero con 705). Buffon parla «con l'anima e le budella» al fianco di Erne­sto Olivero e dei ragazzi del­l'Arsenale della Pace. L'occasio­ne per fare gli auguri di Natale ad «un amico speciale», che lo accompagna da 12 anni ed è il protagonista del libro «Oltre la crisi» di Paolo Viberti, diventa così un testamento di vita e di sport. «Ho perso poco nella mia vita - dice il portiere -, ma ho ricevuto più insegnamenti dal­le sconfitte che dalle vittorie. Capendo che nulla è scontato e impossibile: i sogni vanno colti­vati e sono la cosa più bella del mondo, se ci metti passione e voglia di soffrire. A rinascere dopo le sconfitte, la vita ti apre squarci di luce straordinari».


La visita al Sermig
Si mette in gioco davanti a cen­tinaia di persone, svelando an­che paure e crisi. «A 31 anni ho avuto un'operazione importan­te alla schiena - ricorda Buffon - e molti pensavano che non avrei potuto più giocare. Ed in­vece mi sono tolto grandi sod­disfazioni in questi 8 anni: ho avuto costanza e voglia,di stu­pire anche me stesso. Per que­sto ai giovani dico di non crede­re allà gente che non ha paura: io dopo 22 anni di carriera ho ancora timori di sbagliare e questo mi fa dare il massimo». Oggi Buffon sarà a Roma per la cerimonia dei collari d'oro del Coni, ma per caricarsi ha scelto il Sermig. «Qui non si spreca la vita: nella mia ho fatto tanti er­rori e ne sono consapevole, ma sono umano e ho il diritto di sbagliare».







AVVENIRE

Il Sermig di Olivero e lo slalom di Buffon

Il libro di Paolo Vi berti Oltre la crisi, dedicato a "Ernesto Oli­vero e il Sermig" ed edito da Priuli & Verlucca (pp. 224, eu­ro 16,50). si apre con la prefazio­ne del portiere Gigi Buffon il qua­le confessa il suo debito con Oli­vero: «Ho imparato a conoscere e amare il Sermig certamente gra­zie all'esperienza diretta, ma an­che attraverso gli occhi e le mani del suo fondatore, Ernesto Olivero, con cui forse, anzi sicuramen­te, seguendo un disegno divino, sono diventato nel tempo amico. Non è semplice parlare del Ser­mig raccontandone il_ suo impe­gno caritatevole, il lavoro e l'im­pegno che l'incredibile numero di operatori della pace destina o­gni giorno al Bene. Il Bene con la B maiuscola. Quello che non si occupa di distinguere i colori, di differenziare le razze, di giudicare le culture. Ma quello che ope­ra. Punto e basta. Quello che è dawero determinante per la vita di tutti noi. Più di un rigore para­to nella finale dei Mondiali». 
Un elogio sentito condotto in re­te con uno slalom di quelli che fanno soltanto i cavalli di razza (qui Buffon gioca da attaccante e partendo dalla sua porta in po­che falcate percorre tutto il cam­po infilzando il portiere awersario). 
Per chi ne vuole saperne di più sul Sermig - il Servizio Missionario Giovani nato nel 1964 su ispira­zione di Ernesto Olivero può co­gliere oggi l'occasione alle 18,30, recandosi all'Arsenale della Pace a Torino (Piazza Borgo Dora 61) dove si tiene la presentazione del libro di Viberti. Oltre all'autore e a Olivero ci sarà anche Buffon. lnfo: www.sermig.org.


Servizio TG3 Piemonte sulla presentazione del libro


Video integrale della presentazione del libro


View this photo set on Flickr
Foto: A.Gotico/NP

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

E' possibile modificare le opzioni tramite le impostazioni del Browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su informazioni.