Sermig


BERGAMO, CAPITALE DEI GIOVANI
Ospiterà il 6° Appuntamento dei Giovani della Pace del Sermig
11 maggio 2019 – Piazza Vittorio Veneto

Una città, una piazza, decine di migliaia di giovani da tutta Italia e delegazioni da altri Paesi del mondo, nel segno della pace, della solidarietà, dell’impegno a costruire un mondo migliore. È Bergamo la città del prossimo Appuntamento dei Giovani della Pace, l’iniziativa promossa a partire dal 2002 dal Sermig di Torino, realtà di pace e solidarietà impegnata da oltre 50 anni a servizio degli ultimi e dei giovani.

L’annuncio è stato dato dal fondatore del Sermig Ernesto Olivero, dal sindaco di Bergamo Giorgio Gori, dal Presidente della Provincia Matteo Rossi e dal vescovo mons. Francesco Beschi.

“Abbiamo scelto uno slogan chiarissimo: “Basta guerre! Facciamo la pace” - ha spiegato Ernesto Olivero durante la conferenza stampa – insieme ai giovani chiederemo pace in un mondo segnato dai conflitti, pace in una società sempre più divisa, pace nelle relazioni personali. Lo faremo a Bergamo, città di papa Giovanni XXIII, che su questo tema ha lasciato un insegnamento ancora attualissimo”.

Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha dichiarato: "Ospitare il Sesto Appuntamento Mondiale dei Giovani della Pace è un grande onore e una straordinaria opportunità per la nostra comunità. Bergamo è una città che coltiva i valori della pace, del rispetto tra le persone e dell’amicizia tra i popoli - nel solco di solide tradizioni civili e del messaggio di Papa Giovanni XXIII -, e che ama i giovani. Grazie all’iniziativa del Sermig e del suo Presidente Ernesto Olivero, cittadino onorario di Bergamo dal 2015, potremo accogliere decine di migliaia di giovani provenienti da tutta Italia e da diversi Paesi del mondo, il 11 maggio prossimo, in una grande giornata di festa dedicata a loro e alla pace. L’Amministrazione comunale si è messa con entusiasmo a disposizione di questo progetto, in stretta collaborazione con la Provincia e con la Diocesi di Bergamo. Insieme al Sermig lavoreremo per organizzare una giornata memorabile, aperta alla partecipazione di tutti i nostri concittadini.”

Secondo il Presidente della Provincia di Bergamo Matteo Rossi “sarà un appuntamento storico, e la Bergamasca tutta è pronta ad abbracciare giovani da ogni parte del mondo all'insegna dei valori di pace, solidarietà, fratellanza. Stiamo costruendo insieme un appuntamento veramente importante, e invito fin d'ora tutte le comunità del nostro territorio a farsi coinvolgere. Dalla terra di Papa Giovanni può partire un messaggio per tutto il Paese: lasciamoci mettere in discussione dalle nuove generazioni, mettiamoci in ascolto, lasciamoci cambiare".

L’Appuntamento dei Giovani della Pace si svolgerà l’11 maggio del 2019 in piazza Vittorio Veneto. Sarà il sesto dopo quelli di Torino (2002), Asti (2004), L’Aquila e Torino (2010), Napoli (2014) e Padova (2017). Scopo dell’evento è contribuire a riconciliare le generazioni, dare voce ai giovani e invitare rappresentanti delle istituzioni, dell’economia, della scienza, dell’arte, delle religioni, del mondo degli adulti ad ascoltarli. Saranno presenti personalità italiane e internazionali, nel segno della concretezza, del dialogo, della speranza che costruisce: lo stile che animerà anche l’incontro di Bergamo e i mesi di preparazione. Le tappe di avvicinamento all’evento saranno vissute soprattutto nelle scuole del territorio, tra i giovani di gruppi e associazioni, per censire le realtà di bene, i tanti “punti di pace” che già esistono e che saranno presentati in piazza l’11 maggio.

L’incontro in Piazza Vittorio Veneto sarà anticipato al mattino dall’iniziativa “Dialogo in città”, aperta ai giovani delle scuole e a tutta la cittadinanza. Dialoghi tra giovani e adulti in diversi luoghi significativi di Bergamo sui temi dell’economia, della pace, dell’educazione, dell’ambiente.

È già stato attivato il sito internet www.giovanipace.org dedicato all'Appuntamento e alla preparazione.

Il Sermig (Servizio Missionario Giovani) nasce nel 1964 da un’intuizione di Ernesto Olivero. Dal 1983 abita gli spazi (allora abbandonati) dell’ex arsenale militare di Torino, trasformato in “Arsenale della Pace”, un monastero metropolitano aperto 24 ore su 24: luogo di preghiera, formazione e accoglienza, punto nodale di un’azione che si esplica in oltre 130 nazioni del mondo con progetti di sviluppo ed educazione e con “Arsenali della Pace” anche a San Paolo del Brasile e a Madaba, in Giordania.


Venerdì 12 ottobre 2018 - Teatro Oratorio Borgo S.Caterina, via dei Celestini 4 - Bergamo
Incontro di presentazione del 6° appuntamento Giovani della Pace che si svolgerà 11 maggio 2019

Una Piazza vuota di odio, migliaia di giovani, storie dal mondo e impegni concreti di pace.
Il cammino del 6° Appuntamento Giovani della Pace è già iniziato e se vuoi aiutaci anche tu.

  


 


COME PARTECIPARE E AIUTARCI

Punti di Pace: invitiamo gruppi di amici, associazioni, scuole, parrocchie, aziende, cooperative, realtà ecclesiali, enti pubblici e privati a ricercare idee, a realizzare progetti e azioni per contribuire al cambiamento della realtà che ci circonda. Sono i PUNTI DI PACE e possono dare un volto concreto al bene e contribuire a trasformare la parte di mondo che abbiamo tra le mani. Presenta in Piazza la tua iniziativa e inviaci il materiale seguendo le istruzioni che trovi sul sito  

 

Gemellaggio: coinvolgi nuovi amici gemellandoti con un gruppo di Bergamo


Inoltre...

A 100 anni dalla Prima Guerra mondiale: proponiamo nel mese di novembre 2018 un percorso interattivo per scuole e gruppi, all'interno dell'Arsenale della Pace, luogo simbolo che è stato protagonista della Grande Guerra 

Capodanno: preparati partecipando da solo o in gruppo al campo di formazione e servizio che si svolgerà in occasione del Capodanno e durante le vacanze

Per iscriversi e per qualsiasi info e segnalazione, contattaci:

tel. 011.4368566 - 333.2572126
facebook.com/arsenaledellapace
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.sermig.org

 


Padova 13 maggio: video sintesi di 4 minuti