Sermig

Brasile: l’Arsenale e la locomotiva della speranza...

Il quartiere Bresser-Mooca è diventato più bello e colorato sabato 3 febbraio, nel pre-carnevale paulistano. Una vera e propria comitiva dell’“alegria” – come si dice in Brasile – ha attraversato le strade attorno all’Arsenale della Speranza, nella 5a edizione della sfilata “Batuca-Bresser”.

L'idea, ormai consolidata, è quella di usare l’energia del carnevale per dare un nuovo significato alla situazione in cui vive il quartiere, con molte sfide e problemi, ma anche con tanta speranza di migliorare.

La vecchia locomotiva a vapore, che per oltre 50 anni ha portato milioni di immigrati dal porto di Santos alla vecchia “Hospedaria de Imigrantes” [complesso che oggi ospita l’Arsenale] è stata “reinventata” come locomotiva della speranza per dire che se questo, storicamente, è stato un quartiere accogliente, noi desideriamo che continui ad esserlo, affrontando insieme le difficoltà di oggi.

Uno dei tratti distintivi del “Batuca-Bresser” è proprio l'integrazione tra le persone: studenti dell'università Anhembi Morumbi, ragazzi con sindrome di Down che frequentano un istituto del quartiere, residenti, famiglie che abitano in alcune occupazioni dei dintorni, ospiti dell’Arsenale, professionisti di diverse aree, fedeli delle parrocchie vicine, membri della comunità boliviana, volontari, religiosi e bambini... tutti hanno partecipato alla sfilata che, oltre al carro allegorico, ha potuto contare su dei bellissimi canti, riadattati o composti ad hoc, con rispettive coreografie.

L'idea è fare in modo che tutti si sentano parte del quartiere, e non ciascuno nel suo proprio pezzetto, con paura dell'altro. Il “Batuca-Bresser” è una sfilata che inizia prima e continua dopo l’evento, imparando a sfilare giorno per giorno, aiutandosi l'un l'altro, guardando l’altro non come una minaccia, ma come un amico.

Il responsabile dell'ideazione e costruzione della locomotiva José Luiz Bispo, è un ex-ospite dell’Arsenale della Speranza che in passato ha lavorato a fianco dei migliori maestri del carnevale di Rio de Janeiro. Aysha Nascimento, che frequenta il 4° anno del corso di danza dell’Università Anhembi Morumbi, ha contribuito a realizzare una bellissima coreografia attorno ad un grande striscione rosa di 10 metri per 5, con la scritta: “La Bontà è disarmante”, ideato e cucito da alcune volontarie del Bazar dell’Arsenale. La coppia di ballerini che apriva la sfilata non poteva essere più multietnica: Karen Rahatsuga, di origini giapponesi, portabandiera, ha danzato per tutto il tempo della sfilata con l’esperto ballerino Jorge Oliveira, afro-brasiliano.

La sfilata “Batuca-Bresser” è nata nel 2014 come un’iniziativa de “A Praça” (La Piazza), progetto dell’Arsenale della Speranza divenuto un punto di incontro aperto ai bambini, ai giovani e a tutte le persone di buona volontà del quartiere e della città di San Paolo.
Tienici d’occhio su www.facebook.com/aapraca

La Fraternitá del Sermig a San Paolo

Foto di Fábio José Pereira Lima, Luca Meola e Lorenzo Nacheli